Emil Römmler, fotografo

 

Emil Römmler, nato nel 1842 a Mittweida, fu il fondatore e animatore della casa editrice Römmler & Jonas.

Figlio di un fotografo e fotografo egli stesso, si interessò subito ai più moderni processi di stampa per favorire la diffusione delle sue opere. Dopo aver aperto uno studio fotografico a Dresda, si trasferì a Monaco, presso l'editore Joseph Albert, dove apprese i fondamenti della "Albertotypia", chiamata poi fotolitografia.

Con l'apporto finanziario del ragioner Leopold Erasmus Jonas, nel 1871 fondò quindi a Dresda la "Kunstdruck-Anstalt Römmler & Jonas", che nel 1899 contava circa 80 dipendenti e 20 macchine da stampa ad alta velocità. L'azienda disponeva di tre fotografi continuamente in viaggio attraverso l'Europa e lo stesso Emil scattò molte delle foto usate per la stampa delle cartoline.

Nel 1909 Emil Römmler lasciò la direzione della casa editrice al figlio Hans. Morì il 19 gennaio 1941. Gli stabilimenti della Römmler & Jonas furono completamente distrutti nel bombardamento di Dresda del 13 febbraio 1945.

Durante uno dei suoi viaggi, Emil passò anche per Trieste e visse la simpatica avventura che così ricorda nelle sue memorie:

"Ho viaggiato anche nel 1899 e precisamente alla volta di Costantinopoli. Andai a Vienna, Graz, Klagenfurt, poi sul Carso e Miramar a Trieste. Una notte, mentre attraversavo il Carso ho conosciuto un viaggiatore che era appena stato in India per conto della fabbrica di profumi Wolf di Karlsruhe. Un signore molto gentile, che ho incontrato di nuovo a Bucarest, e mi ha raccontato cose molto piccanti sulla giovane e bella Regina della Romania.

Scendendo in treno dalle alture di primo mattino, con un sole meraviglioso, apparve il castello di Miramar in un parco magicamente bello sulle sponde del mare.
Dovevo scattare una foto del castello. Anche se il mare era molto mosso, ho preso una piccola barca a Trieste e sono uscito. Arrivato al castello ho visto una roccia piatta circondata dall'acqua che era in posizione giusta per scattare e ci sono andato.

Avevo appena sistemato la macchina quando una sentinella mi ha chiamato, dicendo che qui la fotografia era vietata, ma non mi sono lasciato disturbare.
Il soldato è scomparso ed è apparso un sottufficiale, che ha detto la stessa cosa. Non ho replicato nulla, avevo quasi finito. Poi anche il sottufficiale è sparito ed è comparso addirittura il Governatore del castello che mi ha proibito di scattare fotografie.
Ho gridato: "Questa spiaggia è libera e nessuno mi può dare ordini!"
"No, questa è la spiaggia imperiale!" ha replicato l'uomo.
Comunque ero già in barca e sono andato via con la mia foto. Ma quell'uomo era molto irritato."

Miramare (recto)

Il brano precedente è tratto dalla biografia di Emil Römmler pubblicata dai familiari nel 1996. Ringrazio Helmfried Luers, curatore del sito THE POSTCARD ALBUM, per avermela fornita.